Scrivere: Scrittura Metodica

Dopo aver parlato dell’ambiente giusto nel quale scrivere (L’ambiente giusto per scrivere) oggi affronteremo un tema che in molti tendono a rimuovere. Scrivere può essere una passione, può essere un lavoro, ma ha bisogno di un metodo. Ognuno ha il suo basato sulle sue esigenze. Io credo che seguire uno schema sia necessario se vogliamo rendere al meglio.

L’appuntamento fisso

Io sono molto metodico quando decido di scrivere qualcosa. C’è un lungo periodo in cui non scrivo nulla che non siano biografie o appunti sulla trama. Spesso per un paio di mesi. Quando arriva il momento di cominciare, di mettere tutto nero su bianco, creo il mio appuntamento fisso. Ogni giorno devo scrivere almeno un’ora, tranne eventi eccezionali, possibilmente ad orari stabiliti. Questo per due motivi: ho bisogno di gestire la cosa come un evento che non si può rimandare perché non ho sempre voglia di scrivere. Sapere che quello è un impegno fisso mi aiuta a superare la pigrizia iniziale. Poi perché scrivere tutto in un breve lasso di tempo mi permette di ricordare alla perfezione  il quadro generale e non scordare dettagli importanti. Chiaramente se non posso proprio quel giorno, rimando. Cerco di non farlo troppo spesso. Molti sono gli scrittori, ben più noti di me, che si affidano al caos e, come sempre, il metodo che trovo valido per me potrebbe non esserlo per te. Ognuno deve trovare la sua dimensione. La pratica è fondamentale.

Metodicità

La creatività, dopo una prima fase di caos, secondo me, ha bisogno di essere messa al servizio dell’ordine. Viaggiare senza meta porta spesso a creare lavori confusionari che hanno bisogno di molti interventi prima di essere presentabili. Questo sistema non mette certo a riparo da errori e non sono sicuramente il primo ad usarlo ma, credo, sia il migliore. Inizialmente non scrivevo nemmeno le trame dei miei romanzi e la cosa si notava terribilmente. La costanza è altrettanto importante. Tenersi in allenamento con la scrittura anche quando non stiamo scrivendo un romanzo è molto importante. Io spesso scrivo racconti, anche brevi, in modo da rimanere sul pezzo. Penso sia come suonare uno strumento. Il primo giorno che non lo suono me ne accorgo solo io. Più avanti lo sentiranno anche gli altri. Esistono anche eccezioni famose. Per esempio, però, Stephen King, come molti saprete, dice di scrivere tutti i giorni tranne a Natale e il giorno del suo compleanno.

E voi come vi approcciate alla scrittura di un romanzo?

Annunci

2 pensieri riguardo “Scrivere: Scrittura Metodica

  1. A me manca proprio quella autodisciplina e quel metodo di cui hai appena parlato. Nei periodi più ispirati scrivo abbastanza ma, se non sento la “scintilla”, non metto proprio mano alla scrittura. Così facendo, come hai giustamente sottolineato, si migliora poco, pochissimo. Dovrei darmi davvero una…”regolata”. E’ ovvio che con questo modo scrivere, dare alla luce un romanzo, anche breve, diventa un’impresa titanica e molte idee che mi vengono in mente muoiono giovani, senza che abbiano avuto un grande sviluppo.

    Liked by 1 persona

    1. Non è facile acquisire questa disciplina. Io stesso ho impiegato diverso tempo prima di poter arrivare a questo punto. Molte storie incompiute, o mai iniziate, giacciono nel mio cassetto!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...